BAG
Articoli in promozione

Non hai articoli nel carrello.

Cerca

Clarinetti

Clarinetti

Il clarinetto è uno strumento a fiato che appartiene alla famiglia dei legni. Il suono del clarinetto si produce attraverso l’emissione di aria nello strumento, emissione che fa vibrare l’ancia semplice. L’ancia è una linguetta di canna di bambù molto flessibile, che viene fissata all’imboccatura detta anche bocchino. La sua oscillazione produce il suono. Le sonorità cambiano in relazione all’apertura o alla chiusura dei fori distribuiti lungo il corpo dello strumento.

Cenni storici

Il clarinetto è uno strumento molto antico. Le prime forme di clarinetto rudimentali furono costituite da tubi di canna, forati in alcuni punti al fine di dar vita a diversi suoni. Lo chalumeau del XVIII secolo fu il vero precursore del clarinetto. Lo chalumeau veniva fabbricato in bosso o in acero, non aveva molte chiavi ed era dotato di sonorità affascinanti. Non si sa con esattezza quando il clarinetto sia nato. Alcune fonti letterarie attribuiscono l’invenzione del clarinetto a Johann Christoph Denner, un artigiano di Norimberga. Secondo queste fonti, Johann Christoph Denner diede vita al clarinetto perfezionando lo chalumeau. Altre fonti attribuiscono l‘invenzione del clarinetto a Jacob Denner figlio.

I primi clarinetti furono costruiti in bosso, ma ci furono anche quelli fabbricati in prugno e in pero. Dal XVIII secolo in poi il clarinetto subirà diverse evoluzioni fino a diventare lo strumento che conosciamo oggi.

I diversi tipi di clarinetto

Oggi, il clarinetto è formato dai seguenti componenti:

  • il barilotto (il barilotto è costituito da un pezzo di ebano cilindrico, avente diverse altezze,e determina l’intonazione dello strumento)
  • il corpo con i suoi fori e le sue chiavi (il corpo è un tubo cilindrico su cui sono realizzati dei fori e su cui è innestata la meccanica)
  • la campana (la campana controlla l’intonazione dello strumento e proietta le sonorità nell’ambiente circostante)

Il clarinetto ha bisogno di altri tre elementi essenziali quali:

  • l’ancia
  • il bocchino detto anche imboccatura
  • la legatura

Di questi ultimi, puoi leggere alcuni approfondimenti, nelle pagine dedicate. La famiglia dei clarinetti è molto ampia. I più utilizzati sono i seguenti:

  • il clarinetto in Mib
  • il clarinetto in Sib
  • il clarinetto in LA
  • il clarinetto in DO
  • il clarinetto in RE
  • il clarinetto alto e contralto
  • il clarinetto in La di bassetto
  • il clarinetto basso
  • il corno di bassetto

Inoltre possiamo classificare i clarinetti in:

  • clarinetti professionali
  • clarinetti semiprofessionali
  • clarinetti da studio

Il clarinetto professionale, di pregio, è fabbricato principalmente in ebano grenadilla importato dalle foreste della Tanzania e del Mozambico. Alcuni clarinetti professionali sono fabbricati anche in altri tipi di legni quale ad esempio il palissandro, e molti clarinetti da studio sono fabbricati in resina.  La meccanica dei clarinetti professionali è quasi sempre argentata, ma può anche essere laccata in oro 24 carati e in hamilton. La meccanica dei clarinetti da studio è spesso nichelata.

Quanto costa un clarinetto?

Se dobbiamo acquistare un clarinetto, spesso ci chiediamo quanto costa, che tipo di clarinetto acquistare e qual è la differenza tra loro. I prezzi dei clarinetti sono diversi e dipendono dalle caratteristiche dello strumento. Quindi, Palladium Music consiglia di iniziare dalla classificazione degli strumenti musicali nelle seguenti categorie:

  • clarinetto da studio
  • clarinetto semiprofessionale
  • clarinetto professionale

Questa classificazione ci aiuta nell’acquisto, poiché risponde alle seguenti domande:

  • che tipo di clarinetto ci serve?
  • quali sono le caratteristiche che lo strumento deve avere al fine di soddisfare le nostre esigenze?
  • quale sarà il prezzo?

Il prezzo di un clarinetto dipende dal suo livello. La fascia di prezzo di un clarinetto da studio, va dalle poche centinaia di euro, ad € 1.000,00. Naturalmente il costo dipende dalla qualità dello strumento. Il clarinetto semiprofessionale possiede una fascia di prezzo che va da € 1.000,00 ad € 2.500,00 circa. Il prezzo dipende delle case costruttrici e dalle caratteristiche tecniche. Il clarinetto professionale costa dai € 3000,00 in su.

Come scegliere il primo clarinetto?

Se vogliamo che il nostro approccio al mondo del clarinetto sia proficuo, o se vogliamo che nostro figlio si appassioni al clarinetto, dobbiamo scegliere uno strumento di qualità. Studiare con un clarinetto di scarsa qualità, vuol dire porre sulla nostra strada o sulla strada del nostro piccino degli ostacoli, non facilmente superabili. Lo strumento musicale da studio di buona qualità è fabbricato pensando al principiante e possiede caratteristiche tecniche che ne facilitano lo studio. Queste sono le caratteristiche tecniche del clarinetto da studio di qualità:

  • corpo in resina
  • meccanica nichelata
  • perfetta ergonomia della meccanica
  • fluidità della meccanica
  • camera interna progettata al fine di agevolare lo scorrimento del fiato
  • bocchino di dotazione della giusta misura
  • corretta intonazione dello strumento musicale

Il tipico clarinetto da studio è costruito utilizzando resine di varia composizione e possiede le chiavi nichelate. La resina, a differenza del legno, è un materiale resistente agli sbalzi di temperatura e agli urti. Le chiavi, nei clarinetti da studio, sono nichelate e non argentate. La meccanica argentata necessita di una manutenzione più minuziosa, che spesso non viene praticata dal principiante, specie se questo è un bambino. Il nichel, nei clarinetti di qualità, deve essere antiallergico. Un clarinetto dotato di una meccanica fluida e perfettamente ergonomica aiuta il bambino a posizionare facilmente le dita sui fori dello strumento, e una camera interna ben studiata facilita la risposta dello strumento e rende lo studio del clarinetto soddisfacente ed entusiasmante. Palladium Music consiglia al principiante di acquistare i clarinetti di marca Buffet Crampon e Yamaha. Si può anche iniziare a studiare con clarinetti di marca J.Will. La qualità non è la stessa delle precedenti, ma il prezzo è inferiore.

Conviene acquistare un clarinetto usato?

Anche qui dobbiamo fare una distinzione tra strumenti musicali professionali, semiprofessionali e strumenti musicali da studio.
È conveniente esaminare l’acquisto di un clarinetto usato professionale o semiprofessionale, poichè il risparmio, rispetto all’acquisto del nuovo, può rivelarsi sostanzioso. Il clarinetto, però, deve essere in ottime condizioni:

  • il corpo in ebano deve essere privo di lesioni;
  • la meccanica e i tamponi devono essere in buono stato.

Se così non fosse, dovremmo prima o poi eseguire una manutenzione piuttosto costosa. Sconsigliamo sempre l’acquisto di uno strumento musicale usato per il principiante. Queste sono le motivazioni:

  • lo strumento musicale usato non è attraente per un bambino, se il principiante è un bambino;
  • il risparmio economico non è notevole.

Potrebbe essere conveniente acquistare uno clarinetto da studio usato solo se si tratta di un clarinetto da studio di qualità, in ottime condizioni. Palladium Music commercializza anche gli strumenti musicali usati. Ogni strumento è revisionato e il funzionamento è garantito.

Quali sono le caratteristiche di un clarinetto professionale?

Il clarinetto professionale è uno strumento estremamente affascinante. È il risultato di tradizione ed innovazione. Cosa fa di un clarinetto, un clarinetto professionale?

  • I materiali con i quali è fabbricato: quasi tutti i clarinetti professionali sono fabbricati in ebano grenadilla. L’ebano grenadilla è un legno prezioso. Molti clarinetti sono fabbricati con ebano grenadilla selezionato e stagionato per diversi anni in ambienti controllati. Le chiavi sono placcate in una lega avente un’altissima concentrazione di argento, altre meccaniche sono placcate in oro 24K, o in hamilton.
  • La fabbricazione dei clarinetti professionali comporta la messa in opera della maestria di liutai di esperienza, i quali fabbricano a mano diverse parti dello strumento musicale.
  • L’utilizzo di nuove tecniche di fabbricazione che nascono dalla ricerca scientifica e dalla sperimentazione.
  • La simbiosi tra azienda costruttrice e importanti artisti che testano e migliorano con i loro consigli la progettazione degli strumenti.

Quali sono le differenze tra le diverse marche?

La scelta del clarinetto importante non può essere frutto di consigli. Ogni musicista sceglie il suo strumento in relazione alla sua personalità, al repertorio che deve eseguire, al suo gusto. Esistono molte aziende che fabbricano clarinetti professionali di pregio. Atelier eccellenti sono Buffet Crampon, Selmer e Yamaha.
La ditta Buffet Crampon è un’azienda francese di lunghissima tradizione. Buffet Crampon produce un’ampia gamma di strumenti professionali di pregio aventi caratteristiche tecniche e sonorità diverse: Rc, Rc prestige, R 13 Prestige, Tradition, Vintage, Festival, Tosca, Legent, Divine.

Il professionista troverà di certo lo strumento ideale. Nel Palladium Music il musicista può provare una vasta gamma di strumenti semiprofessionali e professionali di varie marche e modelli e scegliere quello che trova più adatto a sé.

Come si impara a suonare il clarinetto?

Imparare a suonare il clarinetto può sembrare impresa ardua, ma non c’è motivo di scoraggiarsi. Lo studio del clarinetto non può essere affrontato da autodidatti.
È necessario essere seguiti da un professionista. Il professionista all’inizio:

  • imposterà le labbra dello studente, di modo che questi non assuma abitudini errate. Queste abitudini errate renderanno difficoltoso lo studio dello strumento musicale nel futuro.
  • aiuterà lo studente nella scelta dell’imboccatura, detta anche bocchino, esaminando la conformazione delle labbra e dei denti del principiante,
  • insegnerà le tecniche di respirazione, che renderanno lo studio del clarinetto più soddisfacente.

Le tonalità del clarinetto

La famiglia dei clarinetti è formata da strumenti di diversa tonalità: Il clarinetto Sib è quello più diffuso ed utilizzato. Altri meno utilizzati ma ugualmente importanti sono:

  • il clarinetto in Mib
  • il clarinetto in LA
  • il clarinetto in DO
  • il clarinetto in RE
  • il clarinetto alto e contralto
  • il clarinetto in La di bassetto
  • il clarinetto basso
  • il corno di bassetto

Quali sono gli accessori del clarinetto?

Il bocchino detto anche imboccatura è un accessorio fondamentale del clarinetto senza il quale non si può suonare. Il bocchino per clarinetto è fabbricato con diversi materiali:

  • ebano
  • ebanite
  • osso
  • resina
  • metalli vari
  • cristallo

Il bocchino possiede diverse forme della camera interna e diverse forme e lunghezza del piano esterno. La scelta del bocchino è impegnativa sia per il principiante che per il professionista. La scelta dipende dai seguenti fattori:

  • repertorio di esecuzione
  • resistenza delle labbra
  • conformazione delle labbra e dei denti
  • impostazione delle labbra

Un altro accessorio importante per il clarinetto è l’ancia. L’ancia è un listello di canna di bambù, di cui esistono diverse dimensioni, tagli e tensioni. Puoi leggere l’approfondimento nelle pagine apposite. La legatura è importantissima. La legatura fissa l’ancia al bocchino. È fabbricata con diversi materiali quali:

  • cuoio
  • pelle
  • metallo
  • titanio

In commercio si reperiscono legature di diverse forme e svariati tipi di chiusure. Poi vi sono altri accessori: scovolini di pulizia interna, collarini, imbragature, salvabocchini, poggiadito regolabili ecc.

Come avere cura dello strumento?

Innanzitutto è necessario acquisire un comportamento corretto nel trattamento dello strumento musicale. Il clarinetto in legno va protetto dagli sbalzi di temperatura. Gli sbalzi di temperatura originano le lesioni del legno. Quindi un clarinetto in legno non va posto nelle vicinanze di una fonte di calore o di freddo. È buona norma, dopo aver suonato, smontare il clarinetto, pulirlo e rimetterlo nella custodia. Aspettare che il clarinetto raggiunga una temperatura in armonia con l’ambiente circostante. Proteggendolo da ambienti esterni estremamente freddi. Spesso i cambi di temperatura fanno sì che i tenoni si allarghino. Diventa difficile smontare lo strumento. In questi casi evitare di forzare i tenoni, potrebbero rompersi. Se possediamo un clarinetto con le chiavi argentate, nel riporre il clarinetto nella custodia dobbiamo coprirlo con un foglio di carta velina. Questo farà sì che le chiavi non si anneriscano e i tamponi non si attacchino, rendendo difficile lo studio e l’esecuzione. La manutenzione è necessaria ai fini della longevità dello clarinetto. La manutenzione giornaliera si sostanzia in pochi semplici gesti:

Pulizia interna. Dopo aver finito di suonare, è necessario pulire il clarinetto internamente, rimuovendo così la condensa che si è formata.

  • Smontate lo strumento e passate lo scovolino all’interno di ogni pezzo, per almeno 3 volte.
  • Porre sotto i tamponi più bagnati un pezzettino di carta assorbente.
  • Questa operazione farà il modo che i tamponi non si usurino.

Pulizia esterna. Dopo aver finito di suonare, procedere alla pulizia esterna del clarinetto, con l’uso di panni in microfibra capaci di rimuovere ogni residuo di saliva e di sudore che permane sullo strumento musicale dopo l’utilizzo. Questa operazione manterrà in buono stato, per lungo tempo, la meccanica.

Pulizia del bocchino. Si consiglia di pulire anche il bocchino con l’utilizzo di uno scovolino di pulizia interna per bocchino. Ogni tanto, all’occorrenza, lavate il bocchino con acqua e sapone.

La manutenzione a lungo termine

Si consiglia si passare internamente, periodicamente, olio di mandorla, al fine di nutrire il legno del clarinetto.

Palladium Music e i clarinetti

Palladium Music divide i clarinetti nelle seguenti categorie:

  • il clarinetto in Mib
  • il clarinetto in Sib
  • il clarinetto in LA
  • il clarinetto in DO
  • il clarinetto in RE
  • il clarinetto alto e contralto
  • il clarinetto in LA di bassetto
  • il clarinetto basso
  • il corno di bassetto

In ogni categoria potrai trovare gli strumenti musicali selezionati per te da Palladium Music: clarinetti fabbricati da atelier prestigiosi dei quali Palladium Music è onorata di essere rivenditore ed esclusivista di zona: aziende quali Buffet Crampon, Selmer, Yamaha.

Palladium Music ha selezionato dei clarinetti dedicati al principiante dotati di un rapporto qualità-prezzo eccezionale. J.Will, Yamaha, Buffet Crampon sono fortemente raccomandate dalla nostra azienda.

Leggi di più